Da ciò che siamo a ciò che saremo

Non ci rendiamo conto che siamo tutti figli della Terra e, se cominciassimo a sentire davvero il legame che abbiamo con essa, potremmo comprendere molto di più il legame che abbiamo con gli altri esseri umani. Nel contesto in cui siamo immersi, stiamo imparando a prenderci cura dei frutti della terra comprendendo che equivale ad imparare a prenderci la responsabilità della nostra vita. Ai nostri figli e ai bambini che vengono a trovarci (ma anche agli adulti) cerchiamo di insegnare sin da subito la responsabilità e l'amore per le piccole cose perchè è nella consapevolezza di ogni singolo gesto che impari ad amare ciò che fai. L'essere umano sente il peso della solitudine, ma allo stesso tempo la ricerca, ignorando che camminare accanto all'altro essere umano è di fondamentale importanza per mettersi al servizio di uno scopo comune. Essere accoglienti con gli altri significa eliminare giudizio e pregiudizio dal proprio sguardo quando tu e l'altro essere umano siete l'uno di fronte all'altro. A volte, guardare da un altro punto di vista ciò che ti accade, può farti comprendere la funzione che le altre persone hanno in relazione alla tua. In questi ultimi anni ci siamo resi conto che fortificare il legame con l'altro essere umano può insegnarti che nessuno sforzo è vano se fatto con amore.

Ma occorre buttare giù la maschera e mettere a nudo ciò che sei davvero, perchè questo può davvero fare la differenza. Per comunicare basta solo riconoscere la propria semplicità, iniziando a parlare col bambino che è dentro di te e riconoscendo un mondo che da tempo la tua mente ignora per paura di scoprire chi sei davvero. Ritornare bambini significa recuperare quel contatto con la parte più incontaminata e pura di te che ti permette di sentire la realtà e non di idealizzarla. Significa imparare a connetterti con il cuore e a mettere la mente al suo servizio. Credere in te stesso ti dà la possibilità di lasciar esprimere ciò che sei davvero, al di là della paura del giudizio e delle aspettative. A volte l'essere umano non riconosce il suo potenziale perché pretende di vivere il cambiamento attraverso tutte quelle idee che invece gli impediscono di attraversarlo. È spaventato da ciò che potrebbe scoprire su se stesso. Ma se solo si desse l'opportunità di sperimentare ciò che davvero egli è nel profondo, vedrebbe il cambiamento come un'opportunità di rinascita interiore.

Guardare con occhi nuovi te stesso può aiutarti a guardare con occhi nuovi tutto ciò che ti circonda, compreso il tuo contributo per diffondere il seme del cambiamento. Ciò che fai può diventare davvero la tua strada se inizia a coincidere con ciò che sei davvero.

Quando pianti un seme, la terra è li, aspettando che tu lo faccia con amore, senza la pretesa di quanti frutti possa portarti. La terra, il vento, l’acqua collaborano insieme affinché quel seme possa crescere. Ed è questo il nostro intento. Ritornare al sentimento e alla vita, trasmettere, con la nostra esperienza ciò che abbiamo imparato dai nostri piccoli amici animali, in connessione con la terra che ci ospita. Partire da quello stato di ribellione che porta l’essere umano a chiudersi, affinché possa mettersi in discussione attraverso piccole esperienze per poi diventare grandi. Possiamo cominciare a porre le basi per un nuovo mondo, assumendoci la responsabilità di ciò che stiamo seminando, perché quello che insegno a mio figlio, lo sto insegnando al figlio di mio figlio.

Quando saremo grandi e i nostri figli ci chiederanno:
"Cosa avete imparato da tutto questo?"
noi risponderemo:
"Abbiamo imparato ad amare la nostra terra, a rispettarla, ad ascoltarla, a volte anche a chiederle aiuto. Abbiamo imparato a seminare, ad avere pazienza e costanza. Abbiamo imparato la responsabilità di agire con consapevolezza affinché il nostro esempio possa germogliare anche in te figlio mio. L'unica domanda che mi faccio in questo momento è quanto amore posso mettere in ciò che sto facendo. Imparare insieme, crescere insieme, stare insieme.
La vera forza dell'essere umano è l'unione."

______________________

La ricchezza più grande che che ci ripaga davvero sono parole come quelle di questa bambina di 9 anni che ci ha dedicato nel suo tema per le vacanze, dopo aver trascorso una settimana presso la nostra Fattoria Didattica

Tema di una bambina Tema di una bambina

_______
Ti aspettiamo, contattaci e vieni a trovarci.