Iniziando dal sentire

Tempo fa iniziai a sognare di avere una ragazza con cui condividere un lavoro più profondo magari legato con l'essere umano. Volevo essere libero ed autonomo in ambito lavorativo. Volevo una casa immersa nel verde. Volevo dei compagni con cui condividere insieme questo stile di vita, perché da solo non sentivo di farlo. Volevo evolvermi, abbandonare i limiti. Sentivo da sempre questa spinta spontanea nell'aiutare il prossimo.

Mi chiamo Claudio ed ora ho 27 anni.
Tutto iniziò circa 5 anni fa. Cosa iniziò...? Non so come chiamarlo, però quello che accadde è che tutto quello che mi circondava e che mi ero costruito intorno, iniziava a provocare dentro di me alcune domande, riflettendo mi proiettavo nel futuro, il mio stile di vita mi piace realmente? Ed immaginavo... Cosa mi porterà nella vita lavorare in una fabbrica diventando magari anche il più bravo? Ed immaginavo...Ipotizzavo se avessi una ragazza con tutta la fatica che facevo nel relazionarmi con il femminile, dicevo, va bene mi sposo, faccio dei figli ho una casa, soldi ecc ecc... Le uscite con gli amici che mi provocavano un senso di mancanza di sostanza. Tutte le domande che mi facevo,  portavano ad un qualcosa che mancava che nessuno mi diceva, dopo l'ennesima delusione da ciò che mi circondava e sentirmi dire la solita frase: 'che ci vuoi fare Cla è così', decisi per sfogo di andare in una palestra a praticare il ju jitsu ed il Tai chi chuan, man mano della pratica della disciplina iniziai a sentire il mio corpo e ciò che continuamente voleva dirmi rispetto alle azioni delle arti marziali, presi l'arte marziale come una maestra che mi voleva guidare nell'ascolto, senti la meccanicità dei movimenti, ascoltai la paura ed i pensieri e subito dopo sentii il bisogno di nutrirmi in modo più sano seguendo sul web una persona che sentivo di dover seguire, anche questa persona mi suscitava nel corpo delle sensazioni di fiducia e curiosità e nello scorrere dei video la mia attenzione viene colta dal video di Antonio D'Elia che sembrava lo avesse fatto apposta per me, c'erano dentro le domande che facevano da anni sentendo sensazioni molto simili alle persone che in quel momento particolare della mia  vita mi stavano donando qualcosa. Dopo un periodo di riflessione mi trovai dinnanzi ad un bivio fatto di scelte, seguire le mie sensazioni quindi saltare nel vuoto, nel nuovo, oppure continuare con il solito "pacchetto" che conoscevo abbastanza bene. Dopo varie lotte decisi di lasciare il lavoro e trasferirmi, buttarmi in una nuova avventura che non conoscevo, ero chiamato a ricostruire tutto da zero. Appena fatta la scelta trovai subito la mia compagna attuale che insieme seguiamo gli stessi ideali e stile di vita, trovai dei compagni che seguivano il mio stesso sentire in un paesaggio naturale insieme agli animali e nella libertà di costruire il mio lavoro interiore ed esteriore di conseguenza. Insieme cerchiamo con la nostra esperienza di aiutare chi vuole essere aiutato proprio come ognuno di noi ha fatto, andando oltre i limiti e le paure. Non so come ma seguendo quel sentire che sono certo che ogni essere vivente sente ho materializzato grazie alla vita i miei sogni. Quello che mancava nelle mie domande era l'amore, l'amore che si costruisce giorno per giorno incondizionatamente...
Con questa esperienza, vorrei dire…sopra tutto in questo momento particolare delle nostre vite, di non farci influenzare dall'esterno ma sentire le sensazioni che emergono da dentro e buttarci in una nuova avventura dove sarà sicuramente la porta verso la verità. Se seguiremo tutti quella spinta interiore, che ci guiderà a scoprire un mondo migliore che è dentro ognuno di noi.

Articolo Claudio Dimitri